Alitalia: per salvarla pagheremo tutti in più nelle bollette

Greta Thunberg: “falsetto” politico?
4 Giugno 2019

Alitalia: per salvarla pagheremo tutti in più nelle bollette

Come salvare Alitalia? Prelevando 650 milioni di euro dalle bollette degli italiani.

  • La compagnia di volo di bandiera è già costata agli italiani 8 miliardi di euro negli ultimi decenni ed adesso si sta’ nuovamente pensando di mettere in ginocchio i consumatori e le loro famiglie con un presunto ulteriore incremento degli oneri di sistema sulle bollette elettriche (come previste del Decreto Crescita) per finanziare la gestione di Alitalia per tutta la fase transitoria sino ad ufficiale affidamento ad un collegio da istituire di azionisti.

Le segnalazioni dell’ARERA (Autorità dell’Energia) non sono tardate (SEGNALAZIONE 212/2019/I/COM del 28 maggio 2019):

  • “SEGNALAZIONE AL PARLAMENTO E AL GOVERNO RELATIVAMENTE ALL’ UTILIZZO DELLE DISPONIBILITÀ’ FINANZIARIE DEI CONTI GESTITI DALLA CASSA PER I SERVIZI ENERGETICI E AMBIENTALI STABILITO DAL DISEGNO DI LEGGE DI CONVERSIONE DEL DECRETO-LEGGE 30 APRILE 2019, N. 34, RECANTE “MISURE URGENTI DI CRESCITA ECONOMICA E PER LA RISOLUZIONE DI SPECIFICHE SITUAZIONI DI CRISI” (AC 1807)”
  • “In particolare, l’Autorità ritiene opportuno evidenziare le gravi criticità derivanti dall’applicazione dell’articolo 50, comma 2, lettera q), che prevede il versamento di 650 milioni presenti presso il sistema bancario di Cassa per i servizi energetici e ambientali (CSEA), in favore di un conto corrente della Tesoreria centrale, per le finalità individuate dall’articolo 37, commi 5 e 6, relativi alle modalità di rimborso del finanziamento concesso ad Alitalia in amministrazione straordinaria.”
  • “Questa Autorità, nel rispetto delle competenze assegnate, rileva come la misura prospettata dal provvedimento in esame esplichi effetti nei settori dell’energia e dell’ambiente, in particolare, limitando l’effettiva disponibilità di somme che la CSEA detiene per specifiche finalità afferenti ai medesimi settori e che sono destinate a essere
    poi erogate a una pluralità di soggetti per finalità di pubblico interesse (tra cui: supporto alle fonti rinnovabili, efficienza energetica e risparmio energetico, agevolazioni per imprese energivore, decommissioning degli impianti elettro-nucleari, ricerca del sistema energetico, bonus sociali, agevolazioni ai clienti colpiti da calamità naturali).”
  • “L’utilizzo di tali cospicui importi per finalità differenti rispetto a quelle per le quali sono stati raccolti – come già segnalato in passato dall’ Autorità a Parlamento e Governo, determina costi esogeni a carico del sistema energetico e, quindi, su famiglie e imprese.”

Crediamo sia assolutamente paradossale il sol pensare ad aggravare una situazione già abbastanza critica a spese dei consumatori e delle famiglie e imprese italiane. La voce degli “oneri di sistema” nelle bollette energetica è già materia molto discussa che incombe più degli stessi consumi energetici di gestione delle case e delle aziende degli italiani.

Una scelta che se approvata avrà ripercussioni drastiche sui consumatori e pertanto provvederemo a contrastarla con tutti i mezzi a nostra disposizione! Non lasceremo che si salvi Alitalia a spese dei consumatori con pesanti rincari di LUCE e GAS!

Autore – Perito, Antonella Vinella

05 Giugno 2019

Iscriviti
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: